Scegliere la perfetta tenda da moto

Posted by

on

Quando, ormai 10 anni fa, mi sono trovata nella situazione di dover acquistare la mia prima tenda da moto, di viaggi su due ruote ancora non sapevo nulla. O meglio, li conoscevo benissimo sulla carta, ma ancora non avevo sperimentato cosa significassero, e come si vivessero davvero, nella vita reale.

Ero solita viaggiare zaino in spalla, quando per la mia laurea triennale mi sono regalata una Honda CB500X, investendo quello che avevo risparmiato lavorando. Le due ruote, quindi, erano un universo nuovo, che per quanto avesse sempre fatto parte della storia della mia famiglia, era per me ancora tutto da scoprire. E nel momento in cui mi sono trovata a dover scegliere una tenda da moto, mi sono affidata ai giudizi delle persone che avevo vicino in quel momento.

Così il giorno del mio 24esimo compleanno ho acceso la moto e ho guidato in direzione del Bertoni Store di Cinisello Balsamo, e sono arrivata a destinazione convinta. Ho acquistato una Bertoni Nordkapp 2, una tenda igloo dalle dimensioni perfette per i motoviaggiatori solitari. Con tutto lo spazio che mi serviva per tenere all’asciutto, e al sicuro, l’abbigliamento da moto, è stata una compagna fedele per molti anni. 

Tutti i chilometri fatti in moto mi hanno permesso di imparare moltissimo, ma soprattutto di capire di che materiale ho davvero bisogno quando si tratta di viaggi su due ruote. La mia tenda Nordkapp 2 di Bertoni mi ha accompagnata in molte altre avventure, ma quando sono tornata dalla Francia, e si è trattato di organizzare il mio viaggio in moto in Albania e Grecia, nel 2019, ho dovuto prendere una decisione molto importante.

tenda da moto

 

Tenda da moto: cosa cercavo

In passato ho già scritto un articolo relativo al mio materiale da campeggio Bertoni (del quale sono sempre molto contenta), e da allora la mia opinione non è cambiata. La Nordkapp 2 resta una tenda eccezionale, realizzata con ottimi materiali, molto economica e realmente robusta: il fatto che sia costituita da due teli, però, rende il montaggio non particolarmente veloce. Il peso, inoltre, è superiore ai 3 chili e l’ingombro, da chiusa, è piuttosto importante…

Insomma, se può essere una tenda ottima per un weekend, o per situazioni climatiche nelle quali il doppio telo si rivela utilissimo (penso alla stagione più fredda, nella quale creare condensa è un attimo), la trovo meno adatta all’uso continuativo – e spesso in velocità – che se ne potrebbe fare in viaggio.

L’idea di montare tutti i giorni una tenda macchinosa, e poi il fatto che rubi troppo spazio all’interno delle borse, mi ha fatto propendere verso la ricerca di qualcosa di diverso. Quando si cerca una tenda da moto per i lunghi viaggi è fondamentale tenere conto di tutte queste caratteristiche, per non sbagliare e poi pentirsene amaramente una volta lontani da casa.

La tenda da moto che desideravo? Doveva essere leggera, idealmente molto sotto i 2 chili, e ingombrare poco spazio. Utopia? Fortunatamente no.

L’esperienza mi ha insegnato molto, in questi anni di tentativi ed esplorazioni, così, dopo mesi di ragionamenti e ricerche alternative, ho finalmente acquistato la mia tenda Tagar 2 di Naturhike.

tenda da moto

E dico la verità, ne sono davvero entusiasta! Le operazioni di montaggio si fanno in pochissimi minuti, un elemento importante nel caso doveste arrivare sul tardi alla destinazione finale, mentre il sole cala e la luminosità si riduce… Parlo per esperienza diretta: qui ero a Cefalonia, e mi preparavo per una notte in freecamping sulla spiaggia di Antisamos.

 

Perché scegliere la Naturhike Tagar 2 come tenda da moto?

Al di là del prezzo, decisamente competitivo se paragonato ad altre tende simili, per concettualità e tipologia, di brand più blasonati (120€ contro il doppio o anche il triplo) la Naturhike Tagar 2 è realizzata con materiali ottimi, e si presta benissimo a diventare il vostro rifugio sicuro durante le avventure su due ruote, in giro per il mondo.

tenda da moto
Nei viaggi a durata indeterminata ci possiamo permettere di fermarci, respirare e fare ciò che ci fa stare bene. Nel mio caso è lo yoga.

 

PRO

  • peso davvero contenuto, siamo sotto gli 1,4 kg.
  • la versione da 2 è ottima per una persona che viaggia in moto, e che quindi ha casco e abbigliamento tecnico da tenere all’interno e necessita di un filo di spazio in più.
  • essendo un ibrido monotelo si monta in un unico step, infilando la paleria nelle apposite guide e poi puntando i picchetti.
  • lunghezza di 210 cm, larghezza di 125 cm e altezza al centro di 105 cm. Ci si sta comodi e, per me che non sono esageratamente alta, seduti con la schiena dritta.
  • nella borsa dell’equipaggiamento da campeggio occupa davvero pochissimo spazio, permettendo di viaggiare più leggeri
tenda da moto
All’interno delle mia borse  il materiale da campeggio era perfettamente organizzato, per ottimizzare ogni centimetro.

CONTRO

  • sebbene sia definita da 2 persone la larghezza effettiva dell’interno non permetterebbe di infilare due materassini affiancati visto che, singolarmente, questi misurano sempre circa 70 cm di larghezza. Nel caso si sia in due a viaggiare è meglio orientarsi verso un modello diverso, come potrebbe essere il Cloud-Up 3 persone.
  • il grande vantaggio di questa tenda potrebbe, al tempo stesso, essere considerato uno svantaggio: il monotelo rende la Tagar 2 di Naturhike più incline a creare condensa, soprattutto quando le temperature si abbassano. Per il pieno inverno userei probabilmente una tenda diversa, ma in viaggio il problema è facilmente aggirabile. In piena estate sono certa non sussista nemmeno.
  • il colore molto acceso attira i piccoli insetti, ma se siete fortunati potreste trovare disponibile la versione blu scura, bellissima, che era fuori produzione quando l’ho acquistata io.
  • non è autoportante, come potrebbe esserlo una tenda 2 Seconds di Decathlon, e richiede di essere picchettata a terra. Un dato importante da tenere in considerazione, perché in alcune situazioni si potrebbe avere difficoltà a montarla.
La "Regola Aurea" della tenda da moto? Io tengo in considerazione sempre di prendere una tenda per 2 persone per viaggiare in solitaria, e da 3 per viaggiare in 2. Perché lo faccio? Per avere spazio di movimento ma soprattutto di stoccaggio per casco, giacca da moto ed eventuale materiale che voglio portare dentro con me.

Scegliere la tenda da moto: altre opzioni

Per un viaggio in solitaria non avrei dubbi: anche dopo 5 anni la Tagar 2 di Naturhike resta l’opzione che prediligerei, per ingombro, costo e finiture. Non sei fan degli acquisti online, perché vuoi toccare con mano il materiale prima di acquistarlo? In questi casi Decathlon è il punto di riferimento, e ti suggerisco di dare un’occhiata a questi modelli:

  • Forclaz MT500 Mesh, un buon equivalente della Tagar 2. Il vantaggio rispetto a quest’ultima? Che è autoportante, ma pesa un po’ di più: siamo sui 2,5kg dichiarati.
  • Quechua MH100 XL FRESH&BLACK, è piuttosto ingombrante e pesante, ma ha una veranda immensa (ben 1 metro), che permette di stivare con agio completo da moto ed eventuali borse, rendendola anche adatta a 2 persone.

  • Forclaz MT900, anche questa molto pratica e veloce da montare, è una tenda 3 stagioni con due absidi laterali profondi 60cm, nei quali si può tenere tutto quello che non vuoi portare dentro in tenda con te.
  • Parlando di altri brand reperibili online, la già citata Cloud-Up da 3 persone di Naturhike è un ottimo compromesso fra compattezza, leggerezza e portabilità.
  •  La soluzione più economica ma molto strategica (visto che è autoportante)? Questa tenda – che esiste nella versione da 1 o da 2 persone – di Bessport.
  • Anche questa di Forceatt è una soluzione molto interessante, specialmente per chi cerca una tenda da moto, viaggia da solo e ha un budget entro i 100€.

Ora che ti ho fornito tutte le informazioni relative alle tende che ho utilizzato, e continuo a utilizzare, nei miei viaggi e nelle mie avventure su due ruote, sono curiosa di scoprire il tuo parere.

Quale tenda hai scelto di acquistare, e perché? Raccontamelo nei commenti! 🏍️⛺