Che moto scegliere per iniziare a fare enduro? La SPR 250 di AJP

Posted by

on

Iniziare a muovere i primi passi in una specialità che non abbiamo mai praticato, all’inizio, potrebbe spaventare. Soprattutto perché è inizialmente molto difficile capire quale potrebbe essere il mezzo più adatto alle nostre necessità. Che moto scegliere per iniziare a fare enduro, quindi? Scopriamolo nell’articolo di oggi.

Iniziare a fare enduro: cosa tenere in considerazione

Quando si tratta di scegliere la moto da enduro le domande da porsi non sono poi così diverse rispetto a quelle che dovremmo farci nel caso fossimo in procinto di acquistare un’altra due ruote: il punto di partenza fondamentale è avere ben presente chi siamo, cosa desideriamo fare e – specialmente nel caso delle moto da enduro – il nostro grado di dimestichezza con l’offroad. Andando così a definire in maniera molto chiara le caratteristiche che il nostro futuro mezzo dovrà avere per poterci venire incontro e permetterci di iniziare a fare enduro in serenità.

Qui in sella alla mia Beta X-Trainer 250 durante il Queen Trophy 2021

2T o 4T?

Una delle prime decisioni da prendere quando si sceglie una moto da enduro è decidere se optare per una moto a 2 tempi o a 4 tempi.

La differenza fondamentale tra queste due tipologie di motori? Risiede nel modo in cui bruciano il carburante e generano potenza.

Le moto a 2 tempi tendono ad essere più leggere e offrono una maggiore potenza di picco, grazie al loro ciclo di combustione più rapido. D’altra parte, le moto a 4 tempi sono caratterizzate da una maggiore coppia e da una potenza più lineare, grazie al loro ciclo di combustione più lento. Inoltre, le moto a 4 tempi offrono un vantaggio importante per molti piloti: la presenza del freno motore, che altro non è che l’effetto di rallentamento che si manifesta quando si rilascia l’acceleratore, riducendo la necessità di utilizzare il freno posteriore in determinate situazioni.

La scelta tra una moto a 2 tempi e una a 4 tempi dipende dalle preferenze individuali del pilota, dal livello di esperienza e dalla tipologia di terreno su cui si intende guidare. Ad esempio, se si preferisce una guida più aggressiva e si affrontano spesso terreni tecnici, una moto a 2 tempi potrebbe essere la scelta ideale. Tuttavia, se si cerca una guida più fluida, più stabile sulla velocità e si desidera sfruttare il freno motore per controllare la velocità in discesa, una moto a 4 tempi è sicuramente più adatta.

Io, dopo due anni di esperienza con la Beta X-Trainer 250, ho capito che il freno motore è un elemento per me molto importante, e ho deciso che mi sarei quindi orientata verso il 4 tempi.

Cosa c’è nel mio garage, ora? La SPR 250 di AJP, una moto a 4 tempi che offre la combinazione perfetta tra prestazioni, affidabilità e la presenza del freno motore che mi consente di affrontare in modo sicuro e controllato ogni situazione durante le mie avventure di enduro.

Te l’avevo svelata in questo video ⤵️

Le mie esigenze

Dopo qualche anno, molte esperienze diverse e molte ore sulla mia Beta X-Trainer 250, quando sono salita sulla SPR250 di AJP mi sono resa conto subito che le carte in tavola erano ben diverse.

Desideravo una motocicletta che fosse più adatta all’offroad di stampo motorallystico, quindi con qualche chilo in più, maggiore aderenza al terreno (soprattutto nella situazioni più veloci, in cui con la Beta avevo la sensazione di “volare”): anche se, purtroppo, quest’anno sono andata in moto molto meno rispetto all’anno passato e non ho partecipato al Campionato Italiano Motorally, sapevo che quella era la direzione che desideravo prendere. E non potevo fare una scelta più azzeccata!

Uno dei tratti distintivi della SPR 250, infatti, è la sua personalità equilibrata e controllabile. Passare da una moto a due tempi a una a quattro tempi potrebbe su due piedi rappresentare una sfida, ma l’AJP ha reso questa transizione sorprendentemente fluida. La potenza erogata in modo lineare e progressivo mi ha permesso di familiarizzare con la moto in modo rapido e sicuro, senza improvvisi scatti di potenza o sensazioni molto diverse rispetto a quelle alle quali ero abituata. La cosa che mi è piaciuta di più? Che la SPR 250 mi ha dato fiducia fin dai primi istanti, consentendomi di concentrarmi sulla guida e sfruttare al massimo le sue potenzialità.

AJP SPR 250: le caratteristiche più interessanti

Una delle caratteristiche che ho apprezzato maggiormente della SPR 250 è la sua versatilità. Questa moto si adatta perfettamente a diverse situazioni, e sono sicura che sarebbe stata perfetta anche per il Campionato Italiano Motorally. Grazie alla sua potenza gestibile e alla maneggevolezza, ho potuto affrontare terreni accidentati con facilità e sicurezza, vivendo un’esperienza di guida gratificante in ogni contesto.

La dura verità, qualche buon proposito e delle idee chiare

Questi ultimi mesi sono stati molto intensi, densi di lavoro necessario per concretizzare i progetti del 2024, e come vi accennavo non sono andata in moto nemmeno lontanamente come avrei voluto. Però questa cosa sta per cambiare, e io e la AJP SPR 250 abbiamo già tante attività in programma a partire dai prossimi giorni, durante le festività natalizie. Le nostre avventure insieme entreranno nel vivo, e sono certa che nel corso del prossimi mesi avremo modo di conoscerci ancora meglio, così come di raccontarvi più nel dettaglio questo mezzo davvero speciale.

Detto questo, però, io la mia idea me la sono fatta, e stai cercando una moto per iniziare a fare enduro ma non sei sicuro di quale scegliere, la SPR 250 di AJP potrebbe davvero rappresentare la soluzione perfetta. La sua natura docile e controllabile la rende adatta anche ai piloti meno esperti, la potenza erogata in modo progressivo consente di acquisire confidenza gradualmente, senza rischiare di essere sopraffatti da una moto troppo potente. Senza però dimenticare il divertimento, perché invece, ai piloti con un po’ più di dimestichezza, regala momenti di grande soddisfazione.

Inoltre, e trovo sia importante specificarlo, è possibile abbassarla di qualche centimetro: sia lavorando sul mono ammortizzatore (soluzione che può andare bene se sei un pilota leggero come posso essere io) oppure optando del kit di leveraggi, specifico per ribassare la SPR 250, che AJP mette a disposizione fra le power parts.

 

E tu, sapresti che moto scegliere per iniziare a fare enduro? Oppure, quale consigli? Raccontamelo nei commenti!